Ducati ST4

Ducati ST4 Sport Touring

La ducati ST4 è stata presentata nel 1998 come evoluzione della ST2dalla quale deriva e si differenzia esteticamente  per lo scudo della carenatura posto dietro la ruota anteriore dove si intravede il radiatore dell’olio che sulla ST2 è assente.Ducati ST4 gialla
La grande differenza è nascosta sotto la carenatura, la Ducati ST4 monta in pratica il motore della 916 che la rende una Sport Touring molto più aggressiva e potente della ST2.
Il motore è derivato dal noto 916 quattro valvole capace di erogare una potenza di 105 CV a 9000 giri/m ed una coppia di 9 Kgm a 7.500 giri/m, questo propulsore spinge la ST4 ad una velocità massima che sfiora i 245 Km/h.
L'alimentazione è affidata ad una iniezione elettronica Marelli con corpo farfallato 50mm, mentre il catalizzatore adottato sulle versioni non destinate al mercato americano gli permette di sottostare alla normativa Euro 2 in fatto di emissioni.
Il telaio il classico traliccio in tubi di acciaio è derivato da quello dello ST2 dal quale si differenzia per gli attacchi motore, a sua volta il telaio della ST2 era derivato da quello della 916.
La forcella anteriore Showa a steli rovesciati da 43 mm, è la stessa della 916 ed è completamente regolabile, la sospensione posteriore è una Sachs progressiva con monoammortizzatore regolabile in estensione, compressione e precarico molla.
L'impianto frenante è di alto livello all'anteriore troviamo 2 dischi da 320mm semiflottanti con pinze Brembo serie oro a 4 pistoncini, mentre sulla ruota posteriore trova posto un disco da 245mm e pinza a 2 pistoncini.
Ducati ST4 Sport TouringNuovi rispetto alla ST2 i cerchi in lega che adesso sono a 3 razze, mentra come tutte le ducati di razza la frizione è multidisco a secco con comando idraulico.
La vocazione Sport Touring della ST4 veniva evidenziata dal capace serbatoio della benzina che poteva contenere 21 Litri di cui 6 di riserva, ciò garantiva di percorrere molti km prima di fermarsi per il rifornimento.
La Ducati ST4 è stata venduta dal 1999 al 2003, il prezzo iniziale si aggirava sui 24 milioni di lire, era possibile equipaggiarla con delle comode borse laterali il cui prezzo superava il milione di lire.
Nel 2001 è stata affiancata e poi sostituita dalla ST4S

Scheda tecnica Ducati ST4

Telaio Traliccio in tubi di acciaio
Interasse 1430mm
Inclinazione cannotto 24°
Sospensione anteriore Forcella Showa a steli rovesciati da 43mm completamente regolabile
Escursione ruota anteriore 130mm
Ruota anteriore Lega leggera a 3 razze 3,50 x 17
Pneumatico anteriore 120/70 ZR17
Sospensione posteriore Progressiva con monoammortizzatore Sachs completamente regolabile
Escursione ruota posteriore 148mm
Ruota posteriore Lega leggera a 3 razze 5,50 x 17
Pneumatico posteriore 180/55 ZR17
Freno anteriore 2 dischi da 320mm semiflottanti, pinza a 4 pistoncini
Freno posteriore Disco da 245mm, pinza a 2 pistoncini
Capacità serbatoio carburante 21l (di cui 6l di riserva)
Peso a secco 215kg
Strumenti Contachilometri, contagiri, display LCD con orologio, temperatura acqua, indicazione livello carburante, spie luci, folle, abbaglianti, frecce, pressione olio, riserva carburante
Garanzia 2 anni chilometraggio illimitato
Colore principale (telaio/cerchi) Rosso (grigio metallizzato, grigio metallizzato) - Giallo (grigio metallizzato, grigio metallizzato) - Blu (grigio metallizzato, grigio metalizzato)
Altezza sella 820mm
Motore Bicilindrico ad L, distribuzioncon doppio albero a camme in testa 4 valvole per cilindro con comando a mezzo cinghia dentata sistema desmodromico e raffreddamento a liquido
Cilindrata 916cc
Alesaggio x Corsa 94x66mm
Compressione 11:1
Potenza 105cv - 77kw @ 9000giri/min
Coppia 9kgm - 89Nm @ 7500giri/min
Alimentazione Iniezione elettronica Marelli. Corpo farfallato 50mm
Scarico 2 silenziatori in alluminio con catalizzatore (senza catalizzatore per la versione USA)
Cambio 6 marce
Rapporti 1a 37/15, 2a 30/17, 3a 27/20, 4a 24/22, 5a 23/24, 6a 24/28
Trasmissione primaria Ingranaggi a denti dritti, rapporto 1,84
Trasmissione secondaria Catena; pignone 15; corona 43
Frizione Multidisco a secco con comando idraulico
Emissioni Euro2 (esclusa versione USA)