Moto Ducati non più in produzione

Ducati 996

Ducati 996

ducati 996 rossa
Ducati 996


La Ducati 996 è stata l'evoluzione della 916, motocicletta di cui resta fedele nell'estetica. Messa in vendita nel 1999, a cambiare sono il motore, che cresce di cilindrata, passando da 916 a 996 cc e la ciclistica più raffinata.

La Ducati 996 ha confermato la tradizione corsaiola della Ducati vincendo varie volte il titolo mondiale Superbike dal 1998 al 2001 con alla guida Carl Fogarty e Troy Bayliss.

Contesto

L'aumento di cilindrata rispetto all'antenata è stato ottenuto da parte dei tecnici della casa motociclistica bolognese grazie ad un aumento dell'alesaggio di 4 mm, lasciando inalterata la struttura di base del motore bicilindrico a L, 4 tempi con la tradizionale distribuzione desmodromica. In questo modo la cubatura si è ulteriormente avvicinata a quella delle maggiori concorrenti del periodo come la Aprilia RSV 1000, la Yamaha R1 e la Honda Fireblade.

Oltre alla versione di serie venne messa in vendita anche una serie speciale, la SPS, molto più sportiva, quasi una moto da corsa immatricolata per la strada; le modifiche più rilevanti riguardavano la presenza di due teminali di scarico in carbonio della Termignoni con le relative modifiche alla centralina elettronica: Più leggera di 9 chili rispetto alla versione "normale", poteva raggiungere i 270 km/h grazie alla potenza di 111 CV. La SPS venne costruita in soli 800 esemplari e venduta ad un prezzo piuttosto elevato di 40 milioni di lire nel 1997.

Nel 2001, poco prima di essere sostituita in catalogo, è stata presentata l'ultima versione della 996, la 996 R che ha iniziato il filone dei nuovi propulsori Ducati, i Testastretta. Di questo modello, il 12 settembre 2000, Ducati ha "offerto" on line via internet un'edizione limitata di 350 esemplari al prezzo unico mondiale di 26.000 Euro. L'intero lotto è stato venduto in sole otto ore[1]

Verrà sostituita nel 2002 dalla Ducati 998, un suo aggiornamento.

La piccola Mito EV della Cagiva si ispira alle linee accattivanti della 916.

 

Questo articolo è rilasciato sotto i termini della GNU Free Documentation License. Esso utilizza materiale tratto dalla voce di Wikipedia http://it.wikipedia.org/wiki/Ducati_996

 

Caratteristiche tecniche

ducati 996
Dimensioni e pesi
Lunghezza 2.010 mm
Larghezza 690 mm
Altezza 1.090 mm
Altezza della sella 790 mm
Altezza minima da terra mm
Altezza delle pedane mm
Interasse 1.410 mm
Peso a vuoto 198 kg
Capacità serbatoio 17 l
Meccanica
Tipo motore bicilindrico a L, 4 tempi
Cilindrata 996 cc
Alesaggio 98,0 mm
Corsa 66,0 mm
Raffreddamento a liquido
Distribuzione Bialbero a camme in testa con comando desmodromico a cinghia
Potenza 112cv a 8.500 giri - Coppia: 93Nm a 8.000 giri
Alimentazione iniezione elettronica
Accensione elettronica CDI
Frizione multidisco a secco
Cambio sequenziale a 6 marce (sempre in presa)
Trasmissione a catena
Avviamento
Ciclistica
Telaio tubolare in acciaio
Sospensioni anteriori forcella telescopica con steli da 127mm
Sospensioni posteriori Monoammortizzatore
Freno anteriore Doppio freno a disco da 320mm
Freno posteriore Singolo freno a disco da 220mm
Pneumatici anteriore: 120/70 17 - posteriore: 190/50 17
Prestazioni dichiarate
Velocità massima 259 km/h
Accelerazione sec
Consumo
Altro
Rapporto di compressione 9,2 : 1