Ducati 1199 Panigale

Ducati 1199 Panigale

 

Presentata al salone della Moto di Milano EICMA 2011 la Ducati 1199 Panigale è un punto di svolta per la Ducati, il famoso telaio a traliccio in acciaio è stato sostituito da una struttura fusa monoscocca in alluminio, una frizione a bagno a d'olio antisaltellamento prende il posto della mitica frizione a secco che siamo abituati a sentire sulle Ducati alto di gamma.Ducati 1199 Panigale rossa di lato

I puristi storceranno il naso a sentire queste novità, certo è che che questo modello rappresenta la punta di diamante della produzione Ducati da un punto di vista tecnologico, diamo una occhiata ai numeri: 195 cv su 164 Kg di peso a secco, un rapporto potenza/peso di 1,19 CV/kg, non per niente è stata votata moto dell'anno 2012 dai lettori di Motorrad, la rivista motociclistica più venduta in europa.

Tale potenza è resa disponibile dal motore "SuperQuadro" che deve il suo nome al rapporto tra alesaggio e corsa (112 mm x 60.8 mm), questo motore è il bicilindrico più potente al mondo, vanta una potenza di 195 CV a 10750 giri/min e 13.5 kgm a 9000 giri/min (177 Cv alla ruota).

La distribuzione è Desmodromica 4 valvole per cilindro ed è stata evoluta utilizzando una combinazione mista a catena ed ingranaggi, la distribuzione a catena permette una ottima trasmissione del moto tra l'albero motore e il rinvio alberi a camme, l'aumento dell'affidabilità e la riduzione dei costi di manutenzione ordinaria è stato ottenuto grazie alla regolazione automatica del tensionamento della catena.

Il Magnesio è stato utilizzando per la realizzazione dei coperchi frizione, dei coperchi delle teste e della coppa olio, tutto ciò al solo fine di limitare al minimo il peso del motore.

Quest'ultimo è anche un elemento strutturale del telaio della 1199, che per la prima volta è una struttura monoscocca fusa in alluminio, questo tipo di telaio ha permesso un risparmio di ben 5 kg, il telaio monoscocca è fissato direttamente alla testa del motore "SuperQuadro" e ha anche funzione da air-box al cui interno sono alloggiati il circuito carburante completo di iniettori e i corpi farfallati.

Il forcellone monobraccio di cui è dotata la 1199 Panigale è in fusione di alluminio, è fissato direttamente al carter motore così come la sospensione posteriore Sachs completamente regolabile e dotata di un inedito puntone di reazione regolabile su due posizioni: Flat per ottenere le migliori performance e Progressiva indicata per la marcia su strada.

Ducati 1199 Panigale di tre quarti rossaAll'anteriore troviamo la nuova forcella a steli rovesciati da 50 mm. della Marzocchi, anche la forcella è stata alleggerita con steli in alluminio anodizzato e piedini forgiati in alluminio, completamente regolabile sia in estensione che in compressione e nel precarico molla è dotata di un sistema idraulico pressurizzato che utilizza una minor quantità d'olio per ogni stelo così da diminuire ulteriormente il peso.

I cerchioni di cui è dotata la 1199 Panigale sono in fusione di alluminio, neri a dieci razze da 6 pollici al posteriore e da 3,5 pollici all'anteriore, anche sui dischi si è ottenuto un risparmio di circa mezzo kg rispetto alla 1198.

L'impianto frenato è affidato a 2 dischi semiflottanti da 330mm con pinze Brembo monoblocco evo M4.30 ad attacco radiale a 4 pistoncini sull'anteriore, mentre il posteriore monta un disco da 245mm con pinza a 2 pistoncini.

La Ducati 1199 Panigale ha una ampia dotazione di congegni elettronici per aiutare ed assistere il pilota nella guida, di serie troviamo: DTC, DQS, EBC e Riding Mode, l'ABS è optional sulla versione base della 1199.

Il DTC o Ducati Traction Control previene lo slittamento della ruota posteriore, è dotato di otto livelli di interazione per aumentare o  diminuire il controllo sulla ruota posteriore, il livello che previene al massimo lo slittamento della ruota posteriore è l'otto, mentre il livello uno è quello che meno interviene.

Il DQS o Ducati Quick Shift è un sistema elettronico di gestione del cambio, che permette, senza utilizzare la frizione, di inserire le marce in accelerazione mantenendo il gas aperto, grazie a questo sistema è possibile ottenere minori tempi sul giro in pista.

EBC è un sistema di regolazione del freno motore che lavora in combinazione con la frizione antisaltellamento per prevenire il bloccaggio della ruota posteriore. Quando il sistema rileva uno slittamento della ruota, viene comandato al motore di aumentare il numero di giri fino a quando la ruota posteriore riprende una velocità corretta.

Il Riding Mode è un sistema elettronico che permette di scegliere tra 3 diverse configurazioni preimpostate, Race, Sport e Wet, quella che più si adatta allo stile di guida del pilota. Tramite il Riding Mode si può variare istantaneamente la potenza erogata dal motore, i livelli d'intervento dell'ABS (optional nella versione base), DTC, DQS, EBDucati 1199 Panigale TricoloreC, la grafica del cruscotto e sulla versione "S" l’assetto delle sospensioni (DES).
Ogni configurazione preimpostata può essere ampiamente personalizzata dal pilota.

Come ormai ci ha abituato la Ducati esistono differenti versioni per la Ducati 1199 Panigale, la versione base costa 19.190 € e non ha l'ABS di serie, la versione "S" invece si contraddistingue per l'adozine di serie del DES, Ducati Electronic Suspension, che comprende una forcella anteriore Öhlins NIX30 a steli rovesciati da 43 mm con TiN, completamente regolabile e freno idraulico in estensione e compressione gestito elettronicamente, al posteriore invece troviamo sempre una sospensione monoammortizzatore Ohlins modello TTX36 completamente regolabile con freno idraulico in estensione e compressione gestito elettronicamente, anche i cerchi sono diversi, troviamo dei Marchesini forgiati e lavorati alla macchina utensile, il parafango anteriore è in carbonio e il gruppo ottico è full LED, la Ducati 1199 Panigale S viene offerta a 23.990 euro.

La versione più accessoriata e costosa è la Ducati 1199 Panigale S Tricolore, riconoscibilissima per la livrea rossa, bianca e verde della bandiera italiana, in più rispetto alla versione S monta l'ABS di serie, silenziatori racing in titanio di Ducati Performance e il DDA+, Ducati Data Analyzer+, che in questa versione integra il segnale GPS che permette anche di visualizzare sulla mappa del circuito le traiettorie percorse ed i principali parametri del veicolo come velocità, apertura del gas, marcia selezionata, regime e temperatura del motore, intervento DTC. La Panigale Tricolore ha un prezzo al pubblico di 28.990 euro.

 

Caratteristiche tecniche Ducati 1199 vs Diavel


1199 Panigale
Diavel Carbon
Telaio Monoscoscca in lega di alluminio Traliccio in tubi di acciaio
Interasse 1437 mm 1590 mm
Inclinazione cannotto 24° 50' 28°
Sospensione anteriore Forcella Marzocchi pressurizzata a steli rovesciati in lega di alluminio da 50mm con riporto di ossido duro, completamente regolabile Forcella Marzocchi a steli rovesciati da 50 mm completamente regolabile con riporto DLC sugli steli
Escursione ruota anteriore 120 mm 120 mm
Ruota anteriore Fusa in lega leggera a 10 razze 6,00 x 17 Forgiati in lega leggera, 9 razze con lavorazioni a vista, 3,50 x 17
Pneumatico anteriore Pirelli Diablo Supercorsa SP, 120/70 ZR17 120/70 ZR 17 Pirelli Diablo Rosso II
Sospensione posteriore Regolabile: Progressiva/Flat Monoammortizzatore Sachs completamente regolabile. Forcellone monobraccio in alluminio Progressiva con monoammortizzatore Sachs completamente regolabile. Regolazione remota del precarico molla. Forcellone monobraccio in alluminio
Escursione ruota posteriore 130 mm 120 mm
Ruota posteriore Fusa in lega leggera a 10 razze 6,00”x17” Forgiati in lega leggera, 9 razze con lavorazioni a vista, 8,00 x 17
Pneumatico posteriore Pirelli Diablo Supercorsa Sp 200/55 ZR17 240/45 ZR17 Pirelli Diablo Rosso II
Freno anteriore 2 dischi semiflottanti da 330mm, pinze Brembo monoblocco evo M4.30 ad attacco radiale a 4 pistoncini. ABS optional +2.5kg 2 dischi semiflottanti da 320 mm, pinze Brembo monoblocco ad attacco radiale a 4 pistoncini , ABS di serie
Freno posteriore Disco da 245mm, pinza a 2 pistoncini Disco da 265 mm, pinza flottante a 2 pistoncini
Capacità serbatoio carburante 17 l 17 l
Peso a secco 164 kg 207 kg
Garanzia 2 anni chilometraggio illimitato 2 anni chilometraggio illimitato
Versione Biposto Biposto
Altezza sella 825mm 770 mm
Dotazione a corredo
Riding modes,DTC,DQS,EBC, Fully RbW Non previsto su questo modello
Motore Superquadro: Bicilindrico a L, distribuzione Desmodromica 4 valvole per cilindro, raffreddamento a liquido Testastretta 11°, bicilindrico a L, distribuzione Desmodromica 4 valvole per cilindro, raffreddamento a liquido
Cilindrata 1198 cc 1198,4 cc
Alesaggio x Corsa 112 x 60.8 mm
106 x 67.9 mm
Compressione 12,5:1 11,5:1
Potenza 195 CV (143 kW) @ 10750 giri/min 162 CV (119 kW) @ 9500 giri/min
Coppia 13,5 kgm - 132 Nm @ 9000 giri/min 13 kgm (127,5 Nm) @ 8000 giri/min
Alimentazione Iniezione elettronica Mitsubishi. Due iniettori per cilindro. Corpi farfallati ellittici con sistema full ride-by-wire. Iniezione elettronica Mitsubishi, corpi farfallati ellittici con sistema Ride-by-wire
Scarico Lay-out collettori "2 in 1 in 2". Due silenziatori in acciaio inossidabile e camicia esterna in lega di alluminio. 2 sonde lambda e 2 catalizzatori Silenziatore in acciaio inossidabile, terminali e fondello in alluminio; catalizzatore e 2 sonde lambda
Cambio 6 marce 6 marce
Rapporti 1=37/15 2=30/17 3=27/20 4=24/22 5=23/24 6=22/25 1=37/15 2=30/17 3=27/20 4=24/22 5=23/24 6=22/25
Trasmissione primaria Ingranaggi a denti dritti, Rapporto 1,77:1 Ingranaggi a denti dritti, Rapporto 1,84:1
Trasmissione secondaria Catena 525; Pignone Z=15; Corona Z=39 Catena 5.25"; pignone 15, corona 43
Frizione Multidisco in bagno d'olio con comando idraulico, sistema di asservimento ed antisaltellamento Multidisco in bagno d'olio con comando idraulico, sistema di asservimento ed antisaltellamento
Emissioni Euro 3 Euro 3